fbpx

Esterometro

Per maggiori informazioni
compila il form

Campo nuovo

In cosa consiste?

Per le operazioni commerciali con soggetti stabiliti in Paesi stranieri non è obbligatorio emettere la  fattura elettronica, ma va effettuata una comunicazione telematica all’Agenzia delle Entrate, l’Esterometro appunto, con cadenza mensile.

Chi è obbligato?

Tutte le partite Iva per le fatture emesse o ricevute verso e da soggetti stabiliti in Paesi stranieri dovranno inviare l’Esterometro per il tramite del software dell’Agenzia delle Entrate. Sono esentati – come per le fatture elettroniche – medici e farmacisti, i contribuenti che applicano un regime fiscale di vantaggio – forfettario oppure il regime speciale degli agricoltori-. Sono esclusi, inoltre, i soggetti non residenti e non stabiliti in Italia.

Come funziona?

Con l’Esterometro quindi si comunica l’acquisto di merce che si trova in Italia con fattura ricevuta da fornitore comunitario – integrazione della fattura senza Intrastat – e da fornitore extracomunitario – autofattura -. È previsto anche il caso in cui non comunicare l’operazione nell’Esterometro se viene emessa fattura elettronica con Codice Destinatario “0000000” (esclusivamente per i dati delle fatture emesse).